torna alla pagina iniziale
Ricerca, sperimentazione e nuovetecnologie: Il lavorerio del canale Muzza e la Casa dell’Acqua di Paullo

Il 9 luglio presso la casa dell’Acqua di Paullo è stato presentato “il lavorerio del canale Muzza e la Casa dell’Acqua di Paullo”. Hanno partecipato alla giornata di presentazione il presidente del Consorzio Muzza, l’Assessore provinciale all’Agricoltura e il sindaco di Paullo.

La monografia, che tratta del canale Muzza, in un suo punto ben preciso: il nodo idraulico di Paullo, definito anticamente con lo strano appellativo "lavorerio", presso il quale sorge il complesso edilizio chiamato la Casa dell'Acqua.

Il grande canale, i luoghi e i manufatti idraulici nell'intorno di Paullo (ma non solo), la Casa dell’Acqua e l'acqua stessa con le sue innumerevoli implicazioni e applicazioni storiche, sono i temi su cui si sviluppa il libro.

Governare l'acqua” non significa soltanto limitare l'azione allo svolgimento delle sole funzioni idrauliche ma vuol dire, soprattutto, valorizzare le vie d'acqua stimolando l'interesse dei cittadini verso di esse con l'obiettivo di trasformare un bene in servizio.

E' il caso del canale Muzza, corso di antichissima formazione del quale, in questa pubblicazione viene raccontata la storia che dall'epoca preromana giunge ai giorni nostri.

 

Ed è proprio qui, sul nodo idraulico di Paullo, dove le acque del canale Muzza attraversano questo Comune, che oggi vi è la “Casa dell'Acqua”. Qui ha sede uno dei Punti Parco presenti all'interno del Parco Agricolo Sud Milano.

Il Parco Agricolo Sud Milano rappresenta una straordinaria ricchezza ed è una risorsa indispensabile per tutti i cittadini della Provincia di Milano. E’ il primo tra i parchi di cintura urbana di importanza europea.

Un'area di 47.ooo ettari a uso agricolo, estesa a "macchia di leopardo", che si caratterizza tra le più importanti zone in Italia a maggiore coltivazione agricola intensiva e che la Provincia di Milano ha voluto proteggere escludendola, in accordo con il Comune di Milano, dagli ambiti di trasformazione urbanistica previsti dal Piano di Governo del Territorio.

Un luogo dalla vocazione agricola e rurale caratterizzato anche da una straordinaria ricchezza di acque superficiali e sotterranee che rendono, di conseguenza, Milano e la sua Provincia una vera e propria “Città d'acqua”.

Grazie alla sinergia attuata tra il Consorzio di Bonifica Muzza Bassa Lodigiana e il Parco Agricolo Sud, esperienza di collaborazione unica nel suo genere perché nata spontaneamente grazie al comune obiettivo di fornire un servizio utile ai cittadini, gli abitanti del milanese potranno sentirsi ancora più "padroni" del Parco e delle sue ricchezze.

 

Fermarsi sul passato, rievocandone almeno i passaggi più significativi, giustificare il presente, spiegando le ragioni che hanno spinto gli enti a investire sulla Casa dell'Acqua, e, infine, esporre quali siano i programmi futuri per la valorizza-zione di questo importante complesso, le finalità di quest'opera.

L’ing. Ettore Fanfani, direttore del Consorzio, ha sottolineato come l’opera sia il frutto di un lavoro collegiale e del tutto interno al Consorzio. La difficoltà nella redazione della monografia è stata quella di conciliare il rigore espositivo, utilizzando il lessico dell’idraulica, con la necessità di essere capiti anche dai non addetti ai lavori. Questo intento è stato raggiunto attraverso le numerose riproduzioni fotografiche e grafiche di notevole pregio. 

L’opera è suddivisa in tre parti: il passato, lo studio comprende anche un compendio storico storico scientifico degli argomenti trattati ed il glossario; la trasformazione; una casa per diffondere la cultura dell’acqua.

 

 

 

URBIM - via F. Filzi, 27 - 20124 Milano - Tel. 02.58325177 - Fax 02.58430655 - urbim@urbimlombardia.it