torna alla pagina iniziale
Ricerca sperimentazione e nuove tecnologie: la vasca di laminazione delle piene del Vaso Riale

Il 29 maggio è stata inaugurata l’importante opera di difesa idraulica realizzata dal CdB Alta e Media Pianura Mantovana con contributo regionale.

All’inaugurazione hanno partecipato il Presidente del CdB Alta e Media Pianura Mantovana e di URBIM, Carlo Anselmi, il Sindaco ed il parroco di Castiglione delle Stiviere, l’Assessore regionale alla Semplificazione e digitalizzazione Carlo Maccari ed il Consigliere regionale Claudio Bottari.

L'intervento consentirà di risolvere i problemi dovuti all'inadeguatezza della rete idraulica posta a valle dell'abitato di Castiglione delle Stiviere (MN), sulla quale sono venuti a gravare, negli anni, i sempre più accresciuti afflussi dovuti all'espansione delle aree urbane del Comune.

La soluzione progettuale individuata consiste nella realizzazione di un bacino di laminazione in grado di invasare temporaneamente i volumi di piena del Vaso Riale e rilasciare a valle quantitativi compatibili con la consistenza del reticolo idrico.

In questo modo è possibile ottenere la salvaguardia idraulica dei territori evitando la radicale sistemazione di tutta la rete di canali che porta al ricettore finale, fiume Mincio, posto a più di 40 km di distanza.

L'opera è stata finanziata al CdB Alta e Media Pianura Mantovana in concessione dalla Regione Lombardia per un importo complessivo di € 1.727 .548,32.

La vasca per la laminazione delle piene è ubicata a sud dell'abitato di Castiglione delle Stiviere, in sponda sinistra del Vaso Riale, ed ha un'estensione complessiva, misurata al lordo delle scarpate e delle zone esterne di rispetto, di circa 70.000 m2; I'area interna della vasca misurata al piede degli argini è di circa 40.000 m2.

L'area interessata ha un andamento altimetrico che degrada da nord a sud con un dislivello complessivo di circa 2,50 m.

Il volume necessario al contenimento dei volumi di piena è stato realizzato in parte mediante escavazione, con profondità di scavo variabili da circa 3,00 m nella parte nord a circa 1,50 m nella parte sud, e in parte mediante realizzazione di argini di altezze, rispetto al piano campagna attuale, che vanno da poche decine di centimetri (lato nord) a circa 2,70 m (lato sud).

Le scarpate hanno una pendenza di 1,25 (orizzontale) su 1 (verticale), con banche intermedie di larghezza 2,50 m, e sono state rivestite con biostuoie che ne garantiscono la stabilità e I'inerbimento.

La strada di coronamento ha una larghezza di 3,50 m ed è accessibile dall'esterno mediante due punti di accesso situati negli angoli nord-ovest e sud-est.

Le strade di servizio perimetrali costituiscono un itinerario ciclo-pedonale della lunghezza complessiva di circa 2.0 km; la continuità del percorso è garantita dalla realizzazione di rampe di raccordo tra la strada arginale di coronamento e la banca intermedia, nonché da un ponte in acciaio sopra il manufatto sfioratore di alimentazione della vasca.

Il fondo del bacino è stato mantenuto adatto alla coltivazione, asportando lo strato di terreno vegetale superficiale e ricollocandolo in loco ad interventi ultimati.

Il terreno è stato modellato in maniera da determinare l'allagamento preferenziale di una zona di circa 16.000 mq, adibita a pioppeto, e consentire I'esondazione nell'area residua di circa 24.000 mq adibita a coltivazione (prato, seminativo in genere) solo in caso di eventi con maggiore criticità.

Lungo il perimetro della vasca è stato realizzalo un impianto di bordura ripariale costituto da pioppi cipressini (populus nigra varietà "italica"), che favorisce un ottimo inserimento ambientale dell'opera.

Per l'immissione delle portate di piena nel bacino di laminazione è stato realizzato un manufatto di alimentazione costituito da un restringimento frontale del Vaso Riale, di larghezza 0,90 m, e da uno sfioratore laterale di lunghezza 26,00 m. Il manufatto consente di attivare la vasca quando la portata in arrivo è superiore a 1,5 m3/s, limitando invece a circa 2,5 m3/s la portata rilasciata a valle a fronte della massima prevista di circa 14 m3/s.

La vasca è dotata di uno sfioratore di superficie di sicurezza, con recapito nel Vaso Riale a valle dell'opera di alimentazione della cassa, posto 1,00 m al di sotto della sommità arginale.

Il volume di invaso che si rende disponibile alla quota dello sfioratore di superficie è pari a circa 154.000 m3, che sale a circa 175.000 m3 con un franco di 50 cm rispetto alla quota del coronamento arginale.

Per lo svuotamento della cassa vengono utilizzati: uno scarico di fondo situato nell'angolo sud-est con recapito nel fosso Casino Pernestano che consente il completo svuotamento della cassa, e uno scarico di mezzo-fondo nell'angolo sud-ovest con recapito nel Vaso Riale.

Le portate rilasciate mediante i due manufatti vengono regolate manualmente dal personale del Consorzio di bonifica a valori compatibili con le condizioni idrauliche dei corsi d'acqua di valle.

Il dimensionamento idraulico dell'opera e dei relativi manufatti è stato eseguito con specifici modelli di calcolo; le simulazioni mostrano, in particolare, che:

I'effetto di laminazione è molto evidente con le piogge di breve durata; infatti, in corrispondenza dell'evento critico per la rete fognaria, che ha una durata di circa 3 ore e determina la massima portata al colmo di circa 14,00 m3/s, il volume dell'onda di piena è contenuto interamente nella vasca senza che entri in funzionelo sfioratore di superficie; con l'aumentare della durata dell'evento di pioggia si ha una diminuzione dei valori di portata al colmo in arrivo ma un incremento dei volumi dell'onda di piena, e una conseguente maggiore altezza d'invaso all'interno della cassa: per la pioggia critica di durata 24 ore l'invaso massimo raggiunto è di 164.000 m3, con un franco residuo di 80 cm rispetto alla sommità arginale.

Tra le opere realizzate, oltre al bacino di laminazione, anche la riqualificazione di vari canali del sistema idraulico collegato alla vasca e opere di mitigazione ambientale, quali la realizzazione di filari alberati lungo il Vaso Riale (n. 150 ontani), lungo il perimetro della vasca (n. 100 pioppi cipressini) e la piantumazione di parte dell’area interna della vasca (circa 400 pioppi).
URBIM - via F. Filzi, 27 - 20124 Milano - Tel. 02.58325177 - Fax 02.58430655 - urbim@urbimlombardia.it