torna alla pagina iniziale

Ruolo dei Consorzi di Bonifica e Irrigazione

 

I Consorzi di bonifica, attraverso una struttura organizzativa e professionale consolidata e ad una ormai lunga esperienza, svolgono una funzione di grande e riconosciuta importanza: governano le acque artificiali della pianura irrigua, salvaguardano ampie zone e numerosi centri abitati da esondazioni e calamità naturali, assicurano l’irrigazione delle campagne e lo sviluppo dell’agricoltura, concorrono a tutelare l’ambiente e il paesaggio, assicurano l’esistenza di biotopi e di riserve naturali.

Svolgono cioè in altri termini una funzione territoriale e socio-economica indispensabile su quasi metà del territorio lombardo, che si basa soprattutto su quattro cardini:


- il governo delle risorse irrigue e del territorio rurale per grandi comprensori: programmazioni e gestioni valide ed efficienti delle risorse irrigue e degli interventi di difesa del suolo richiedono (e in tale direzione si muovono tutte le più recenti normative in materia) politiche ed azioni coordinate e attuate per aree vaste,

- l’esistenza di enti in grado di coniugare l’efficienza e la velocità di spesa e di intervento proprie del privato con la trasparenza e con le regole che attengono al pubblico: dal momento che svolgono funzioni di interesse pubblico i Consorzi di bonifica sono enti economici di diritto pubblico, sottoposti alle normative nazionali e regionali e alle regole e ai controlli della Regione (che pertanto può per tal via governare e coordinare il sistema acque) e al contempo sono enti operativi, in grado di attuare interventi e gestire le risorse irrigue in base alle necessità ed urgenze che vengono a manifestarsi,

- la democraticità dell’ istituto consortile: i diretti interessati, ovverossia tutti quelli che usufruiscono delle funzioni e dei servizi dei Consorzi, eleggono propri delegati, così che negli organi consortili sono presenti rappresentanti dei proprietari immobiliari, degli agricoltori, degli enti locali, degli industriali ecc.

- l’autogestione e la compartecipazione finanziaria pubblico-privato per l’attuazione, la manutenzione e la gestione delle opere e degli interventi: i Consorzi raggiungono una propria autonomia finanziaria grazie ad un sistema di tassazione basato sul beneficio direttamente apportato agli immobili agricoli ed extragricoli per la difesa idraulica e alla gestione e fornitura di acqua irrigua alle imprese agricole. Solo per i maggior interventi per la difesa del territorio e per la manutenzione straordinaria degli impianti e dei manufatti sono previsti finanziamenti pubblici, integrati comunque da un contributo proprio dei Consorzi, superiore in Lombardia a quello che esiste in tutte le altre regioni.

 

URBIM - via F. Filzi, 27 - 20124 Milano - Tel. 02.58325177 - Fax 02.58430655 - urbim@urbimlombardia.it