torna alla pagina iniziale

Osserva.Te.R.

 

Il Progetto Osserva.Te.R. (Osservatorio Territorio Rurale acqua-uomo-terra)

I paesaggi della pianura

Per la comprensione e la gestione del territorio rurale e del paesaggio agrario, la Regione Lombardia - Direzione Generale Agricoltura - e URBIM hanno dato avvio al Progetto Osserva.Te.R. (Osservatorio del Territorio Rurale) che esamina situazione e problemi della pianura lombarda.

Osserva.Te.R. nasce da alcune considerazioni e scelte precise. A cavallo del Duemila la Lombardia si presenta come un territorio fortemente antropizzato e altamente produttivo, ma ricco ancora di spazi agricoli, di segni e di presenze naturali e culturali di grande valore storico e identitario. Tuttavia la singolare armonia tra uomo e ambiente che ha costituito l'lemento fondante e continuativo del suo sviluppo rischia di entrare definitivamente in creisi a causa dell'invadenza sempre più minacciosa dell'urbanesimo d'oggi che divora spazi e risorse.

I segni di questa crisi sono rilevati in modo sensibile dallo stesso paesagio che va invece tutelato nelle sue specifiche componenti in quanto costituisce un elemento fondamentale di identità e condizione essenziale per il miglioramento della qualità della vita delle popolazioni. Ma il paesaggio non è una realtà obiettiva in sè conclusa che si esaurisce come una percezione momentanea di una tonalità definita. Il paesaggio infatti vive, pulsa incessantemente e risulata dall'evoluzione di numerosi elementi che concorrono alla sua formazione: le acque, il suolo, le coltivazioni, le cascine, gli animali, la vegetazione... e soprattutto la presenza e l'azione quotidiana dell'uomo. Ognuno di questi elementi viene analizzato nelle sue specificità, problematiche e cambiamenti dall'Osservatorio del Territorio Rurale, che svolge su ciascuno approfondite analisi scientifiche, condotte da studiosi e tecnici di varie discipline, e ampie campagne fotografiche svolte dai maggiori fotografi italiani.

I risultati sono pubblicati in volumi monografici distinti in due parti:

- la prima parte raccoglie i contributi scientifici di esperti di varie discipline (agronomi, geografi, socio-economisti ) che affrontano e approfondiscono la tematica trattata nel volume;

- la seconda presenta le immagini fotografiche introdotte da un saggio critico sull'artista.

Le immagini raccolte, di grande formato, concorrono a formare l'archivio fotografico del progetto e vengono esposte nelle mostre itineranti i paesaggi della pianura durante le quali si tengono seminari ed incontri di presentazione dei materiali e di discussione sui temi trattati.

Di seguito l'elenco e una breve descrizione dei volumi finora pubblicati.

"Lombardia: i paesaggi della pianura"

184 pagine, 100 fotografie tra B/N e colori

Silvana editoriale, Milano 2010

La pianura lombarda risulta dall’evoluzione di numerosi elementi che l’hanno costruita nel tempo: le acque, il suolo, le coltivazioni,le cascine, gli animali, la vegetazione, l’abitare, l’azione e la presenza quotidiana dell’uomo... È un territorio fortemente antropizzato e altamente produttivo, ma ricco ancora di spazi agricoli, di segni e di presenze naturali e culturali di grande valore storico e identitario.
Per la comprensione e la gestione di questo territorio, Regione Lombardia ha attuato, in collaborazione con i Consorzi di bonifica e URBIM Lombardia, il progetto Osserva.Te.R. – Osservatorio del Territorio Rurale, che ne esamina e rappresenta gli elementi costitutivi e caratterizzanti. Ognuno di questi elementi è stato studiato nelle sue specificità da esperti di varie discipline, rappresentato dai maggiori fotografi italiani e pubblicato in 10 volumi monografici.
I risultati complessivi sono riassunti in questo volume, che presenta, attraverso una serie di scritti e oltre 100 immagini, i vari paesaggi della pianura, dando conto della loro complessità e varietà, che fanno della pianura lombarda uno dei territori più fertili, ricchi e abitati del mondo.
Il volume, che ripropone l’organizzazione delle precedenti pubblicazioni, è organizzato in una prima parte con alcuni contributi scientifici; ed in una seconda parte con una raccolta dei contributi tecnici e fotografici pubblicati nei volumi monotematici. La seconda parte offre così una visione di insieme del progetto Osserva.Te.R.

Fotografie: Giampietro Agostini, Gabriele Basilico, Maurizio Bottini, Vincenzo Castella, Vittore Fossati, Francesco Jodice, Mimmo Jodice, Giuseppe Morandi, Cristina Omenetto, Francesco Radino, Beniamino Terraneo

Testi: Giorgio G. Negri, Emilio Tadini, Maria Cristina Treu, Eugenio Turri, Roberta Valtorta

Costo: 28,00

“I nuovi segni del territorio”


72 pagine, 50 fotografie a colori

Diabasis, Reggio Emilia 2004.
Da anni il territorio rurale è al centro di un insieme plurisettoriale di attività produttive caratterizzate di frequente dalla realizzazione di interventi di rilevante dimensione. In essi prevale assai spesso un’attenzione di tipo tecnico ed economico i cui esiti, per la carenza di un approccio interesettoriale integrato con il contesto in cui si collocano, danno luogo a frequenti frammentazioni del paesaggio e ad una progressiva perdita di naturalità ed anche di valore economico e ambientale del territorio. L’indagine iconografica di Francesco Jodice coglie tali interventi, veri e propri nuovi segni che caratterizzano e determinano sempre di più la pianura lombarda, mentre gli scritti esaminano le trasformazioni in atto e i problemi più rilevanti da affrontare per la salvaguardia e un più corretto utilizzo del territorio rurale.
Fotografie: Francesco Jodice
Testi: Maria Cristina Treu, Barbara Capozzi, Carlo Peraboni

Costo: € 15,00

   

“Il campo e la cascina”


128 pagine, 50 fotografie in bicromia e 50 a colori

Diabasis, Reggio Emilia 2004.
Il campo e la cascina è un binomio che ha contrassegnato per secoli il divenire delle campagne lombarde, ed è a sua volta fondato su un altro binomio: cereali e zootecnia. Lo stretto rapporto tra i due sistemi ha dato vita all’agricoltura, per quantità e valore di produzione e per reddito, più importante d’Italia. Osserva.Te.R. unisce i due temi, affidando a Giampietro Agostani la rilevazione delle strutture produttive e a Vittore Fossati quella delle coltivazioni: due indagini che colgono le caratteristiche e la varietà della moderna agricoltura regionale, che i contributi scritti evidenziano nella sua realtà, nelle sue prospettive ed anche nei suoi aspetti culturali e sociologici. Completano il volume un’analisi critica dell’opera fotografica e un approfondimento sulle opered’arte spesso contenute in molte cascine storiche: un patrimonio poco conosciuto ma di grande valore artistico.
Fotografie: Giampietro Agostini e Vittore Fossati
Testi: Dario Casati, Luciano Roncai, Marco Bascapè, Alberto Cappi, Roberta Valtorta

Costo: € 25,00

   

"Campi di colore"

142 pagine, 224 fotografie a colori e in bicromia

Electa, Milano 2002.

Il paesaggio e il territorio sono un unico complesso composto da innumerevoli tessere, ognuna con un proprio ruolo e una propria evidenza; la vegetazione, le case, il lavoro, i campi, le acque etc. Dalla loro essenza e dal loro variegato coniugarsi nasce "il colore" del paesaggio, inteso nella sua accezione più ampia e completa. Vincenzo Castella ha percorso molte volte la pianura cercando di coglierne e rappresentare lo spirito e l'atmosfera più profonda. Un lungo e complesso lavoro che si pone anche come un primo momento di sintesi delle ricerche finora svolte da Osserva.Te.R. . Le immagini sono accompagnate da alcuni saggi scientifici e culturali che colgono gli aspetti visivi più caratterizzanti del paesaggio lombardo.

Fotografie: Vincenzo Castella

Testi: Francesco Lechi, Luigi Spagnol, Demetrio Paparoni, Giorgio Gabriele Negri

Costo: € 25,00

   

"Gli iconemi: storia e memoria del paesaggio"

176 pagine, 100 fotografie in bicromia

Electa, Milano 2001.

La percezione di un paese avviene attraverso una serie di elementi costituivi del territorio, che impressionano per la loro evidenza, bellezza, grandiosità, singolarità o perché magari si ripetono come leit-motiv caratteristici e inconfondibili. Sono gli iconemi: piazze, castelli, fiumi, santuari. in cui le genti del luogo si riconoscono e gli autori dei testi descrivono ruolo e importanza per la costruzione del senso di appartenenza delle popolazioni e del significato stesso di paesaggio. Mimmo Jodice ha rappresentato oltre una ventina degli iconemi più significativi della pianura, facendone emergere i tratti distintivi e i più profondi significati storici e culturali.

Fotografie: Mimmo Jodice

Testi: Eugenio Turri, Emilio Tadini, Barbara Capozzi, Giorgio Gabriele Negri, Walter Guadagni

Costo: € 25,00

   

"Le colline moreniche del Garda"

136 pagine, 73 fotografie a colori

Sometti, Mantova 2000.

Il Consorzio di bonifica Colli Morenici del Garda ha ristampato il volume Le colline moreniche del Garda, esaurito a seguito dell’alta richiesta da parte di enti locali, scuole, associazioni ecc. . Rispetto all’edizione precedente, di cui riprende l’ampio saggio di Eugenio Turri “Le colline moreniche del Garda” illustrato da alcune mappe storiche e dalle fotografie aeree di Basilio Rodella, il volume aggiorna ed amplia le “Note tecniche sul Consorzio di Bonifica Colli Morenici del Garda” a cura di Marco Ferraresi, e inserisce nella ricca parte fotografica, opera di Maurizio Bottini, numerose nuove fotografie.
Fotografie: Maurizio Bottini

Testi: Eugenio Turri

Costo: € 25,00

   

"Le vie d'acqua: rogge, navigli, canali"

184 pagine, 100 fotografie in bicromia e a colori

Electa, Milano 2000.

La pianura Lombarda è coperta da una fittissima rete di canali stimata in quasi 40.000km. Costruita nel corso dei secoli, essa ha permesso lo sviluppo della regione, dando fertilità ai campi, sicurezza al territorio e ai centri urbani, oasi di verde e percorsi ecologici agli abitanti. Francesco Radino ha fotografato i canali più significativi ( Navigli Grande di Milano e di Brescia, Martesana, Civico di Cremona, Gioito di Mantova ecc...) cogliendone gli aspetti più caratteristici e la molteplicità delle funzioni. Gli autori dei testi ne evidenziano la storia, la tecnologia, il ruolo e i molteplici usi.

Fotografie: Francesco Radino

Testi: Giorgio Bigatti, Vincenzo Angileri, Gladys Lucchelli, Giorgio Gabriele Negri, Raffaele Giura, Giuseppe Barbero, Albano Marcarini, Filippo Maggia

Costo: € 25,00

   

"La terra e le acque"

180 pagine, 100 fotografie in bicromia

Electa, Milano 1999.

Il volume affronta i caratteri orignali del territorio e cioè l'acqua, quella naturale dei laghi, dei fiumi e dei fontanili; il clima, nel suo costante mutar; la vegetazione più antica e infine i suoli, corpi vivi che raccolgono nel loro aspetto la storia dell'interazionee fra tutti i caratteri costituivi. dai reciproci rapporti di questi elementi è nato non solo il paesaggio ma la società e l'economia della Lombardia.. I contributi analizzano i vari elementi e le difficoltà con cui l'uomo ha dovuto confrontarsi, aggiungendo così un ulteriore tassello alla comprensione di come è oggi e di come è venuto a costriuirsi il territorio. L'apparato fotografico è frutto del lungo lavoro di Beniamino Terraneo, che da tempo si dedica ai temi della natura e del paesaggio.

Fotografie: Beniamino Terraneo

Testi: Romano Rasio, Franco Previtali, Andrea Ajmar, Luigi Mariani, Vincenzo Francani, Luca Alberti, Paolo Lassini, Roberta Valtorta

Costo: € 25,00

   

"Uomini terra e lavoro"

168 pagine, 100 fotografie in bicromia

Electa, Milano 1999.

I temi di questa ricerca sono le caratteristiche e la consistenza dell'agricoltura lombarda e soprattutto i modi di essere e di fare di coloro che la realizzano con il proprio lavoro e costruiscono il territorio. Il volume raccoglie tre contributi fra loro complementari e capaci di raccontare il mondo del lavoro agricolo da differenti angolazioni: le ragioni storiche sulle quali è fondata l'attività in agricoltura e sono "calendarizzati" i cambiamenti che intercorrono nello svoglimento delle mansioni stagionali; le carattersitiche generali del settore e gli aspetti emergenti, quali indicatori necessari p er la comprensione della realtà attuale e delle sue trasformazioni e innovazioni; la lettura critica delle immagini fotografiche e dell'opera complessiva del fotografo. Giuseppe Morandi, atista che da sempre stuida e ritrae il mondo contadino, ha colto persone, fatiche, operazioni ricorrenti, , luoghi caratteristici della produzione agricola e ha fornito una completa rappresentazione di come l'attività lavorativa si vada compiendo, quotidianamente, su questo territorio.

Fotografie: Giuseppe Morandi

Testi: Eugenio Camerlenghi, Giorgio Bonalume, Arturo Carlo Quintavalle, Giorgio Gabriele Negri

Costo: € 25,00

   

"Architetture d'acqua per la bonifica e l'irrigazione"

208 pagine, 100 fotografie in bicromia

Electa, Milano 1999.

Regimare e controllare i fiumi, livellare i dossi, eliminare paludi e acquitrini, irrigare i terreni, in una parola bonificare il territorio costituisce una delle attività più antiche che l'uomo ha intrapreso per salvaguardare i siti abitati, aumentare e migliorare i terreni agricoli, trasportare merci e persone, produrre energia. Queste attività sono attuate dai consorzi di bonifica mediante una serie di impianti imponenti costruiti negli ultimi centocinquant'anni ma risultato finale di un'azione plurisecolare dell'uomo. Gabriele Basilico ha fotografato i manufatti più significati, dando una completa rappresentazione della loro struttura, delle funzioni, della visione architettonica e dei risultati stilistici dei costruttori. Una serie di scritti e di schede tecniche accompagna la parte iconografica, spiegnado il ruolo e la storia della bonifica e dell'irrigazione e gli aspetti principali delle opere rappresentate.

Fotografie: Gabriele Basilico

Testi: Luciano Roncai, Maria Grazia sandri, Girogio Gabriele Negri, Gladys Lucchelli

Costo: € 25,00

   

"Comprendere il paesaggio: studi sulla pianura lombarda"

200 pagine, 20 fotografie a colori e in bicromia

Electa, Milano 1998.

Il volume, introduttivo alla collana, definisce i contenuti del progetto Osserva.Te.R. e riunisce i contributi sulle tematiche oggetto di indagine da parte degli esperti, di formazione e discipline diverse, che fanno parte del Comitato tecnico-scientifico.

Testi: Giorgio Gabriele Negri, Maria Chiara Zerbi, Luigi mariani, Ervinio Sturani, Stefano Brenna, Elena Chiurlo, Dante Fasolini, Romano Rasio, Vincenzo Angileri, Barbara Capozzi, Francesco Sartori, Giancarlo Moretti, Francesco Lechi, Cata Caccini.

Costo: €25,00

   

“Guida europea all’osservazione del patrimonio rurale”

La D.G. Agricoltura della Regione Lombardia, in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano, URBIM Lombardia e ERSAF ha pubblicato, a cura della prof.ssa Maria Chiara Zerbi, la “Guida europea d’osservazione del patrimonio rurale (CEMEAT)”
La Guida, predisposta dal CEMAT (Conferenza dei Ministri responsabili della pianificazione del territorio del Consiglio d’Europa), contiene, in forma chiara ed articolata, una serie di principi e di direttive per attuare uno sviluppo territoriale sostenibile del Continente Europeo.
E’ articolata in quattro sezioni principali:
1. Sfide ed obiettivi;
2. Metodologie d’osservazione;
3. Elementi costitutivi del patrimonio;
4. Il patrimonio rurale, portatore di sviluppo sostenibile.

La Guida è accompagnata, a titolo esemplificativo della ricchezza e varietà del patrimonio rurale, da una serie di immagini che fanno parte del Progetto Osseva.Te.R., l’Osservatorio del Territorio Rurale realizzato dalla Direzione Generale Agricoltura e da URBIM Lombardia a partire dal 1998 per fornire una serie di strumenti scientifici e conoscitivi finalizzati all’elaborazione di azioni, interventi e normative per la sua salvaguardia e valorizzazione.

 

URBIM - via F. Filzi, 27 - 20124 Milano - Tel. 02.58325177 - Fax 02.58430655 - urbim@urbimlombardia.it